Sicilia Araba


Formazione: 

quintetto

ensemble con danza

Con Sicilia Araba, i Milagro Acustico tornano a parlare della storia più remota e oscura della Sicilia a cavallo dell’anno Mille, periodo che ha contraddistinto quasi l’intera produzione discografica e di ricerca del gruppo in venti anni di attività, utilizzando come sempre gli strumenti della tradizione mediterranea come oud, baglama, friscaleddu, ney, daf e molti altri e con arrangiamenti che tendono a mettere in risalto la modernità dei versi di poeti come Ibn Hamdis e degli altri Poeti Arabi vissuti in Sicilia durante la dominazione islamica dell’isola. In particolare, vengono utilizzate le poesie che parlano della Sicilia, terra natia per molti di loro, dall'esilio forzato o con i racconti di viaggio fatti nell'isola da poeti, mercanti e notabili arabi dopo la caduta del dominio arabo durato in Sicilia tre secoli e nella vicina Spagna quasi sette secoli. Il tema quindi che accomuna questi testi è la nostalgia o lo sgomento per la perdita del "Paradiso", La Sicilia.

SICILIA ARABA, è stato presentato in anteprima all’ Auditorium Parco della Musica di Roma il 28 Novembre 2013 alla sala Petrassi.

Nel 2010, i Milagro Acustico, sono stati invitati dalla Unione Europea a rappresentare l'Italia in Turchia per il progetto EU-Turkey Civil Society Dialogue alla presenza del premio Nobel Gunter Grass. Il progetto è stato presentato  alle Scuderie del Quirinale Nell'Ambito della mostra: "Arte della Civiltà Islamica", a San Giovanni degli eremiti a Palermo e a Cefalu' al museo Mandralisca, durante le manifestazioni per la cebrazione del percorso Arabo-Normanno eletto dall'Unesco patrimonio dell'Umanità. Di recente, a Dicembre 2017 sono stati invitati alla Università degli Studi di Palermo nell'ambito del progetto "Discovering Common Roots: Sicily and the Mediterranean –a History of Pluralistic TraditionsAn international conference of the Arab-German Young Academy of Sciences and Humanities (AGYA).